Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Posmeda e passo Scimmfuss


Datagita: 14-07-2013
Regione : Svizzera
Partenza: Airolo
Quota di partenza: 1150
Quota di arrivo: 2616
Dislivello in salita: 1600
Dislivello in discesa: 1600
Lunghezza percorso: 45 km
Rifugio di appoggio: ristori al passo del Gottardo
Tipologia itinerario : Non selezionata
Difficolta scala CAI: OC
Difficolta scala SINGLETRAIL : Non selezionata
Condizione fisica: Medio
Condizioni itinerario: Non selezionata
valutazione itinerario:
commento: ciao
inizio subito segnalando di NON aver indicato le condizione dell'itinerario in quanto mai come questa volta sono soggettive e a discrezione dei partecipanti
gli ultimi 400mt di dislivello in salite si sono effetuati su neve (per me è stato eccezionale )

Partenza ore 6 da piazza mercato direzione Como e poi Airolo
ore 8,30 in sella
Dopo aver salutato un gruppo di ciclisti di Oggiono che si apprestavano a fare il giro dei 3 passi (Gottardo Furka e Nufenen) iniziamo a pedalare subito in salita sulla vecchia strada che sale al passo attraverso la Val Tremola.
Da subito lo spettacolo sulle cime della Val Bedretto è spaziale , e sotto lo sguardo dei Pizzi Pesciora e Rotondo saliamo su pendenza costante e mai troppo faticosa lungo la strada , dapprima asfaltata e poi in pavè nella suggestiva val Tremola. Il gruppo si allunga e, gli ultimi 200mt di dislivello sotto il passo inizia a farsi sentire un venticello mooooolto fresco e quando preso di fronte anche difficile da contrastare (molto meglio prenderlo da ....ehm ....dietro).
Arriviamo al passo 2185 mt e ci fermiamo per una breve pausa ristoratrici e c'è chi approfitta per alleggerire il carico .
Pronti via e si riparte in direzione lago della Sella che raggiungiamo sul suo versante dx orografico percorrendo una strada asfaltata con pendenze ripide solo nell'ultima parte .
Come d'incanto il vento è cessato e la temperatura , anche grazie alla giornata senza una nuvola è molto gradevole.
Saliamo sulla spalla della diga , di fronte a noi il lago e , sopra di noi i monti che dovremmo salire ....completamente innevati.....lo scialpinismo è ancora attivo!!!!
Non ci perdiamo d'animo e percorriamo la sterrata che costeggia il lago fino ad arrivare al suo inizio (Cascina di Val Torta 2300mt ).
Ora inizia davvero la neve . Breve consulto e decidiamo di salire con l'obiettivo di raggiungere la cima e la speranza di trovare la cresta da percorrere in discesa "pulita".
Saliamo bici in spalla fino a Baita Posmeda 2522mt, breve pausa e poi si deve traversare un nevaio in piano continuo per risalirlo verticalmente alla sua estremità e raggiungere la cima che negli ultimi metri , come previsto , è sgombra di neve.
In cima siamo sopra Airolo quasi verticalmente . Il panorama spazia dal Ticino vs sud alla val Bedretto vs ovest con in bella vista i ghiacciai del Basodino e del corno Gries a Nord ovest Lucendro e Fibia con più in la la parete grigia al Furka e ancora i 4000 dell'oberland con il Finsterarhorn etc etc.
Bene, dopo la meritata pausa (clima ideale per rimanere li tutto il pomeriggio), ripartiamo percorrendo la cresta vs ovest, chi a piedi chi tenta in sella dobbiamo raggiungere un passaggio che ci deve permettere di scendere sul versante opposto . Proseguiamo fino a trovare il passaggio ma il sentierino è molto ripido ....occhiata alla cartina e decidiamo di proseguire ancora un pò fino a raggiungere delle stalle dove una sterrata ci conduce sulla strada che porta al passo Scimfuss.
Breve risalita per poi percorrere tutto un balcone sopra Airolo su una sterrata in saliscendi a quota 2000 per ca 3 km fino a raggiungere il "piano Pontino".
Inizia ora la discesa abbastanza ripida ma sempre su sterrata, insidiosa per la presenza di grossi sassi fino a raggiungere il fondo della Val Canaria a quota 1624.
Svolta a dx e si scende ancora fino ad una gigantesca frana in località Rutan dei Sassi q.1462 .
La frana obbliga ad una deviazione con breve ma ripida e faticosa risalita...poi tutta discesa sempre su sterrata fino al centro di Airolo
Raggiungiamo le auto e via con la merenda grazie al supertecnologico gazebo di Nando, panini, affettati, patatine etc etc fino alla torta di Nadia e alla super anguria di Ivan
giornata spettacolare grazie a :
Giò Gigi Nando Fabrizio Ivan Claudio Pier
immagine1:
Descrizione immagine: Passo S Gottardo
immagine2:
Descrizione immagine: sotto il Psmeda
immagine3:
Descrizione immagine: Posmeda 2616 mt
URL report esterno: