Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Laghi di Torena (Aprica)


Datagita: 22-10-2015
Regione: Lombardia
Partenza: Ponte Frera (Aprica)
Quota di partenza: 1381 m
Quota di arrivo: 2073 m
Dislivello: 650 m
Rifugio di appoggio: nessuno
Difficolta: PD - Poco Difficile
Esposizione salita: Non selezionata
Attrezzatura necessaria:
Condizioni itinerario: Buone
Valutazione generale gita: Ottima
Commento: Percorriamo la strada che sale verso Aprica e prima di raggiungere la località turistica, sulla destra scendiamo al ponte di Ganda (915 m), superiamo la località S. Paolo (1216 m) e poco più avanti il rifugio Cristina (1255 m), infine raggiungiamo Ponte Frera (1381 m), dove parcheggiamo al cospetto della diga del lago Belviso. La giornata è serena ma fresca, la temperatura è di due gradi. Ci mettiamo in cammino e al fianco di un grande fabbricato prendiamo la strada forestale, il cartello indica sentiero 317 per Malga Fraitina 1h, per Malga Torena 2h 20 min. e per Monte Torena 5h 30 min. la nostra metà è Malga Torena e i suoi due laghi. Inanelliamo una serie di tornanti, a uno di questi possiamo vedere la diga e il lago Belviso nella sua ampiezza. Incrociamo e prendiamo il sentiero che s’inoltra nel bosco di abeti, mentre saliamo, intercettiamo alcune volte la mulattiera e dopo un’oretta che camminiamo, raggiungiamo le due baite dell’alpeggio, Malga Fraitina (1698 m). Ora siamo sottoposti ai raggi del sole e la temperatura è decisamente più gradevole. Superate le baite riprendiamo a salire tra boschi, prati, superiamo due fontane, non sentiamo lo scampanio delle mucche che sono tornate a valle, solo silenzio, ma anche colori stupendi che solo questa stagione autunnale sa regalare. Continuiamo a salire fino a incontrare alcune chiazze di neve, siamo a una quota di circa 1900 m, il paesaggio si fa ancora più bello, il sentiero segue un percorso affascinante, vari passaggi tra le rocce che formano piccoli canyon, il torrente che scende a valle e che segue anch’esso il percorso del sentiero e la neve ora copre tutto l’ambiente che ci circonda. Superiamo gli ultimi tornanti ed eccoci, infine, alla Malga Torena (2054 m), dopo circa due ore dalla partenza. Alla nostra sinistra vediamo il baitone e alla nostra destra il Lago Nero (2030 m). In effetti, il lago è di colore scuro ma piuttosto pittoresco per un piccolo isolotto in mezzo coperto di vegetazione, inoltre è incastonato in una bella posizione panoramica. Facciamo la tradizionale foto di gruppo, a volte spendiamo più tempo e fatica a metterci in posa per la foto che a salire lungo il sentiero e, finalmente, a operazione ultimata ci dirigiamo un po’ più su verso il Lago Verde (2073 m). Il lago non è verde ma bianco perché coperto in parte dalla neve ghiacciata, comunque si presenta anch’esso in bella posizione nella grande conca ai piedi del Monte Torena (2911 m). A proposito dei laghi, è riportata su un volume una leggenda che li unisce, si dice che questi due laghi così belli e vicini sono legati da una leggenda d’amore. Due giovani che si amano appassionatamente. Lei, per la sua bellezza, è chiamata Belviso, lui è un umile pastore, di cui non è riportato il nome, ma dalle fattezze delicate e gentili…Ok! ripresentiamoci alla realtà e ritorniamo al baitone dove appoggiati alle sue mura, con un bel sole che ci riscalda, esauriamo il pranzo e più…infatti nello zaino c’è un salame e un sacchettone di borolle che “qualcuna” ha offerto ma che “qualcuno” ha portato fin quassù! Tutto procede a meraviglia ma è ora di pensare al ritorno e per la stessa via di salita ci abbassiamo a valle lasciando alle nostre spalle i due laghi così belli legati a una leggenda…Hanno partecipato: Adelia, Adelio, AlessandroCarlo, Betti, Cesare, Cornelio, Daniela, Giancarlo, Gianni, Lino, Luisa, Luciano M., Luciano R., Maria, Nadia, Patrizia, Renzo, Rosy, Sara, Tonino, Valeria. Continua…
Immagine 1:
Descrizione immagine: G.Q.P.e più... alle spalle il Lago Nero (2030 m)
Immagine 2:
Descrizione immagine: G.Q.P.e più...alle spalle il Monte Torena (2911 m)
Immagine 3:
Descrizione immagine: il Lago Verde (2073 m) nella conca Torena
URL report esterno: