Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Piz Lagalb (Engadina)


Datagita: 30-07-2015
Regione: Svizzera
Partenza: Stazione Funivia Lagalb
Quota di partenza: 2107 m
Quota di arrivo: 2959 m
Dislivello: 860 m
Rifugio di appoggio: nessuno
Difficolta: PD - Poco Difficile
Esposizione salita: Non selezionata
Attrezzatura necessaria:
Condizioni itinerario: Buone
Valutazione generale gita: Ottima
Commento: Utima escursione del Gruppo Quater Pas prima del mese di agosto perché come ogni anno si ferma l’organizzazione delle gite sociali, riprenderà a settembre. Per chiudere la prima parte dell’anno non poteva mancare un “bel giro ad anello” che oggi si snoda intorno al Piz Lagalb, in Engadina tra la Val Minor e il Passo Bernina. Lasciamo l’auto alla stazione di partenza della funivia Lagalb (2107 m), chiusa, così a nessuno può passare per la mente di disporre eventualmente del comodo mezzo. A fianco della stazione ci incamminiamo seguendo il sentiero segnalato e iniziamo a percorrere la nostra rotazione ad anello in senso antiorario. La giornata è variabile, il clima fresco ma appena accenna a uscire il sole, la temperatura sale e ci svestiamo del giubbetto. Saliamo in quota a poco a poco seguendo il sentiero ben segnalato dai bolli bianco/rossi e attraversiamo la bella Val Minor sotto gli sguardi attenti di qualche marmotta fino a raggiungere l’omonimo laghetto (2361 m) e a poche decine di metri la Fuorcla Minor (2435 m). Camminiamo da circa un’ora e trenta minuti, è giusto fare una breve pausa e da questa posizione panoramica, ammirare il paesaggio verso l’alta Val Poschiavo. Proseguiamo e attraversiamo con attenzione un traverso piuttosto ripido che aggira un costone roccioso, poi il sentiero ritorna facile e in lieve salita raggiungiamo il bivio Val dal Bugliet (2445 m) dove troviamo la segnalazione per la salita al Piz Lagalb. Prima però ci godiamo con calma il paesaggio e la vista sul Piz Cambrena. Ora la pendenza si fa più dura, zigzagando mentre saliamo in quota, ci allontaniamo lentamente dalla valle e dai laghi Bianco e Nero del Passo Bernina e sempre più imponenti ci appaiono le montagne del massiccio. Dopo 3 h e 30 min. dalla partenza e 860 m di dislivello, eccoci a festeggiare la meta raggiunta, la cima del Piz Lagalb (2959 m). Questo monte un pò isolato ci permette di vedere uno dei più bei panorami a 360° della zona. Ci abbassiamo di poco per raggiungere la vicina stazione di arrivo della funivia Lagalb (2893 m) per mangiare il nostro pasto al sacco all’aperto. Troviamo delle comode “panchine”, dei tronchi di legno appoggiati al muro, ma un gregge di pecore ci costringe a scappare, troviamo riparo sull’ampio “solarium” aperto della stazione della funivia. Il sole compare e scompare instancabile, sembra quasi giocare a nascondino dietro le nuvole, in compenso il vento è costante e nonostante i vetri di protezione del terrazzo riesce a penetrare e raffreddare le mani a tutti. È piacevole guardare il panorama ma è altrettanto interessante capire le cime che stiamo scrutando, così ci viene in aiuto la cartina topografica “plastificata”, roba professionale, che contribuisce a descrivere e arricchire la nostra curiosità sul territorio che ci circonda. Discesa, ci abbassiamo con calma, approfittiamo dello scenario alle nostre spalle per fare qualche foto in più e recuperiamo il sentiero a valle che ci porta a completare il periplo (circa 10 km) della bellissima escursione odierna. Hanno partecipato: Adelia, AlessandroCarlo, Carlo, Cesare, Claudio, Cornelio, Gigi, Giovanni, Lida, Lino, Luciano1, Luciano2, Luisa, Maria, Patrizia, Piero, Renzo, Sandra, Sandro, Valeria. Continua…
Immagine 1:
Descrizione immagine: Lej Minor nell'omonima valle
Immagine 2:
Descrizione immagine: da Val dal Bugliet sullo sfondo il Piz Cambrena
Immagine 3:
Descrizione immagine: G.Q.P.e più al Piz Lagalb
URL report esterno: