Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Lej da la Tscheppa CH


Datagita: 17-07-2014
Regione: Svizzera
Partenza: Silvaplana località Bunarivo
Quota di partenza: 2000 m
Quota di arrivo: 2616 m
Dislivello: 800 m
Rifugio di appoggio: nessuno
Difficolta: PD - Poco Difficile
Esposizione salita: Non selezionata
Attrezzatura necessaria:
Condizioni itinerario: Ottime
Valutazione generale gita: Eccellente
Commento: Giunti a Silvaplana in Engadina seguiamo per Julierpass e dopo circa 2 km vicino alla fermata bus Silvaplana/Lej Tscheppa in località Bunarivo (2000 m) parcheggiamo l’auto. Siamo pronti a partire, i cartelli indicano Lej da la Tscheppa a 2 h, sopraggiunti a un ponte di legno superiamo il torrente e poco più avanti sempre seguendo i segnali cominciamo a salire nel bosco disseminato di innumerevoli specie di fiori colorati. Saliamo con numerosi tornanti fino a sbucare nei pascoli alti, cominciamo ad ammirare il panorama, i colori dominanti di oggi sono l’azzurro del cielo, il verde dei boschi e il bianco della neve che ancora copre le alte montagne che ci circondano, sotto di noi una grande macchia verde/blu abbellisce il lago di Silvaplana. Ora il percorso è davvero piacevole, in lieve salita, incontriamo una miriade di laghetti alpini di varie dimensioni, in ognuno di loro si specchia il paesaggio che lo circonda. L’itinerario ci sta riservando generose emozioni e la vista si fa sempre più imponente. Superata una vecchia murena arriviamo al grande Lej da la Tscheppa (2616 m) collocato in un bel anfiteatro selvaggio. Abbiamo impiegato 2 h e 30 minuti, ma la mezz’ora supplementare è stata riservata alla realizzazione di un “book fotografico”, molte sono le immagini da scattare di questa stupenda escursione. Dopo una lunga pausa, non per la fatica ma per osservare all’orizzonte le alte vette montane che spuntano una dietro l’altra. Iniziamo la discesa, non per lo stesso percorso dell’andata, ma per l’ormai mio noto desiderio, se possibile, di compiere il “giro ad anello”. Così per la gioia del sottoscritto eccoci a prendere tra i ghiaioni il ripido sentiero in direzione di Sils. Mentre scendiamo di quota attraversiamo dei prati alpestri cosparsi di variopinti fiori, il “campo” più appariscente ospita numerosi Gigli martagone (Lilium martagon), pianta di rara eleganza. Prima di entrare nel bosco una panca, posta su una punta rocciosa, ci invita a una breve sosta e soprattutto, a beneficiare ancora una volta di questo spettacolare panorama (p.s. è una realtà oggettiva, a fare “il giro ad anello” si adocchia di tutto e di più!). Ci inoltriamo nel bel bosco e ci abbassiamo ulteriormente, quasi 800 m di dislivello e due ore di discesa dal Lej da la Tscheppa sino a raggiungere i cartelli poco sopra la strada (1863 m). Da qui ritorniamo verso Bunarivo seguendo il percorso che collega Sils a Silvaplana e attraverso il bosco recuperiamo in piacevole salita il dislivello che ci separa dalla partenza. Il cammino è gradevole, ogni tanto si apre una finestra tra gli alberi che lasciano intravedere il fantastico scenario offerto dal lago di Silvaplana. Ed eccoci al bivio e al ponte di legno di questa mattina, ancora “quater pas” (4 di numero) e siamo al parcheggio. Pensierino del giorno, escursione incantevole lungo romantici laghetti alpini, coloratissimi fiori nei prati alpestri, un itinerario “ad anello” facile che richiede solo un po’ di allenamento, scenari mozzafiato…solo un piccolo neo, non abbiamo avvistato nessun “animale selvatico”, avevo letto che da queste parti si poteva scorgere il camoscio e la pernice bianca…niente!, nemmeno il fischio della marmotta. Sarà per la prossima volta. Hanno partecipato: Cornelio, Gianni, Luciano, Luciano, Renzo, Valeria. Continua…
Immagine 1:
Descrizione immagine: Lej Tscheppa con alle spalle il Piz Polaschin
Immagine 2:
Descrizione immagine: Giglio martagone (Lilium martagon)
Immagine 3:
Descrizione immagine: G. Q. P. e più...al Lej da la Tscheppa
URL report esterno: