Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Piani di Artavaggio


Data gita: 27-03-2014
Regione: Lombardia
Partenza: strada per Culmine San Pietro
Quota di partenza: 1200 m
Quota di arrivo: 1870 m
Dislivello: 700 m
Rifugio di appoggio: Rifugio Nicola (aperto)
Difficolta: WT1 - Escursione facile con racchette
Esposizione della salita: Non selezionato
Tipo di neve incontrata: Non selezionato
Rischio valanghe itinerario: 1 - Debole
Condizioni itinerario: Buone
valutazione itinerario: Buono
Commento: Gita con le ciaspole “fuoriporta”: Piani di Artavaggio in Valsassina. Il percorso parte un paio di kilometri prima del Culmine San Pietro a circa 1200 m di quota. Il percorso è abbastanza lungo, 8 km di carrareccia per diluire i 450 m di dislivello, è in lieve pendenza costante e senza strappi. Una passeggiata di 2h 30 min./3h ore da percorrere allegramente, è adatto a tutti, lo possono fare i bambini di “corsa”, le donne “ciacolando” e gli uomini se vogliono ”di corsa ciacolando”. Parcheggiata l’auto (5/6 posti max) superiamo la stanga e imbocchiamo la strada agro-silvo-pastorale che si addentra nel bosco. Dopo 330 passi (contati) troviamo una ventina di motoslitte parcheggiate, boh! faranno servizio navetta per chi non vuole camminare. Noi preferiamo mettere le ciaspole ai piedi e “faticare”. Proseguiamo una mezz’oretta sino a giungere ad una piccola santella dove è posto un quadro raffigurante una Madonnina dai riccioli d’oro. Gianni si appresta a fare una foto ricordo, ma, colpo di scena, non c’è più la macchina fotografica, persa. Luciano “passo lungo” torna indietro alla ricerca dell’oggetto smarrito, a “paletta” scende giù per il sentiero. Anziché aspettare lì fermi il suo ritorno proseguiamo lentamente, passiamo un paio di slavine che ostruiscono il percorso (x le motoslitte, non per noi) e sbuchiamo fuori dal bosco in un punto dove ci permette di ammirare il paesaggio con il Resegone e il Grignone coperti di neve. Nel frattempo veniamo raggiunti da Luciano che “vola” verso di noi, purtroppo senza la macchina fotografica. Pazienza, per consolare Gianni, qualcuno cerca il lato positivo della situazione per rincuorarlo, non tutti i mali vengono per nuocere, forse è l’occasione buona per cambiarla. Non servirà, scopriremo successivamente che la compatta era rimasta a casa, anzi dimenticata. Proseguiamo a ciaspolare, la carrareccia ci porta sotto la bocchetta di Maesimo congiungendosi presso un colletto con il sentiero 21 che giunge da Culmine S. Pietro. Da questo punto ammiriamo il paesaggio sul versante bergamasco, con qualche dubbio ma ci sembrano i Monti Arera e l’ Alben. Continuiamo nella nostra direzione, l’itinerario è bello, in parte nel bosco ed in parte su terreno aperto. Dopo circa due ore e quaranta minuti giungiamo ai Piani di Artavaggio, poco a valle dell’arrivo della funivia da Moggio. La neve è abbondante, passiamo a fianco del vecchio e brutto Albergo degli Sciatori e al suo fianco la chiesetta, sulla Forcella di Artavaggio (1660 m). Decidiamo di salire ancora, aggiungiamo più di duecento metri di dislivello, l’orario ce lo permette e le forze non mancano. Lungo la traccia battuta che compie alcuni tornanti, alla nostra destra quasi ci accompagna il Monte Sodadura dalla caratteristica forma a piramide, arriviamo sino al rifugio Nicola (1870 m) dove ci fermiamo per la sosta pranzo, il paesaggio innevato è veramente suggestivo. La discesa è divertimento puro, senza seguire nessuna traccia forzata, affondiamo le nostre ciaspole nella neve e disegniamo “nuovi percorsi”, giù fino ad incrociare il sentiero che dai piani ci riporta al parcheggio. Hanno partecipato: Adelio, Carla, Cornelio, Gianni, Luciano, Luciano, Renzo, Valeria. Continua…
Immagine1:
Descrizione immagine: Piani di Artavaggio e Monte Sodadura
Immagine2:
Descrizione immagine: lungo il percorso
Immagine3:
Descrizione immagine: G.Q.P. e più...ai Piani di Artavaggio
URL fotoalbum esterno: