Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Cimone di Margno


Data gita: 09-01-2014
Regione: Lombardia
Partenza: Casargo località Alpe di Paglio
Quota di partenza: 1386 m
Quota di arrivo: 1801 m
Dislivello: 430 m
Rifugio di appoggio: nessuno
Difficolta: WT1 - Escursione facile con racchette
Esposizione della salita: Non selezionato
Tipo di neve incontrata: Non selezionato
Rischio valanghe itinerario: 1 - Debole
Condizioni itinerario: Discrete
valutazione itinerario: Buono
Commento: Dopo aver concluso un anno fantastico nel 2013 dove sono state organizzate una quarantina di gite sezionali di vario genere, tutte belle e interessanti ma alcune veramente eccezionali, si riparte con l’anteprima del 2014 al Cimone di Margno in Valsassina. Una passeggiata con le ciaspole per smaltire le tossine influenzali e riprendere forma dalle abbuffate delle festività natalizie. Partiamo da Casargo in località Alpe di Paglio (1386 m) dove lasciamo l’auto nell’ampio parcheggio. Il tempo meteo è buono, la temperatura è molto sopra la media stagionale, la neve è abbondante 40/120 cm, il cielo è di mille colori, con le tonalità che partono dall’azzurro sino ad arrivare al grigio scuro, varia in continuazione, è quasi sereno e un attimo dopo è nuvoloso, è limpido e un attimo dopo siamo avvolti nella nebbia, il panorama è un apparire e scomparire delle montagne che ci circondano, è strano ma è una bella sensazione. Saliamo dritti piuttosto ripidamente mantenendoci ai bordi della pista di sci, gli impianti di risalita qui sono stati chiusi, raggiungiamo Cima Laghetto (1729 m) all’arrivo della seggiovia che sale dal Pian delle Betulle (1484 m). Breve sosta, riprendiamo il fiato e ripartiamo, ci abbassiamo lievemente lungo il crinale e quindi raggiungiamo la cima del Cimone di Margno (1801 m) dopo un’ora e trenta minuti dalla partenza. Qui si ammira uno splendido panorama, siamo in mezzo e così vicini tra il Monte Legnone e il Grignone, poco più in là con lo sguardo verso gli Appennini, dalla nebbia che copre la valle spunta la cresta del Resegone e poi l’Orscellera dei Piani di Bobbio e al suo fianco lo Zuccone Campelli, ancora, il Pizzo Tre Signori, ci giriamo dall’altra parte e dietro il Lago di Como e uno spicchio del Lago di Lugano vediamo il maestoso gruppo del Rosa e notiamo la punta del Cervino. Scendiamo dal versante opposto del nostro arrivo sull’abbondante manto nevoso, appena segnato da qualche traccia di scialpinismo, noi galleggiamo sulla neve con le ciaspole fino ad incrociare il sentiero che ci porterà al Pian delle Betulle, meta dell’ora di pranzo. Ci aspetta ancora un’oretta di ciaspolata lungo la mulattiera immersa nei boschi di faggio prima di arrivare al parcheggio all’Alpe di Paglio. Hanno partecipato: Adelio, Cornelio, Egidio, Ettore, Giovanni, Lino, Luciano, Patrizia, Sandro, Sergio. Continua…
Immagine1:
Descrizione immagine: il Resegone visto da Cimone di Margno
Immagine2:
Descrizione immagine: il Grignone visto da Cimone di Margno
Immagine3:
Descrizione immagine: G.Q.P. e più...a Cimone di Margno
URL fotoalbum esterno: