Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Val Brandet in Valcamonica


Data gita: 28-02-2013
Regione: Lombardia
Partenza: S. Antonio
Quota di partenza: 1127 m
Quota di arrivo: 1474 m
Dislivello: 350 m
Rifugio di appoggio: rifugio Brandet chiuso
Difficolta: WT1 - Escursione facile con racchette
Esposizione della salita: Non selezionato
Tipo di neve incontrata: Non selezionato
Rischio valanghe itinerario: 1 - Debole
Condizioni itinerario: Buone
valutazione itinerario: Ottimo
Commento: Il Gruppo Quater Pas e più…oggi è un “gruppone”, siamo in 17, complimenti, più siamo e più ci divertiamo. Destinazione la Val Brandet in Valcamonica, una valle che fa parte della Riserva Naturale delle Valli di Sant’Antonio. Provenendo dall’Aprica in direzione Edolo a circa 2 km dal paese di Corteno Golgi si giunge, lungo la statale ad una località chiamata Campagnola e seguendo le indicazioni si arriva all’abitato di S. Antonio (1127 m) dove parcheggiamo le auto. Dopo un centinaio di metri tra le baite e un ponte in ferro iniziamo a metterci ai piedi le ciaspole. Pronti via e subito un ciaspolatore tenta la fuga, ma il “gruppone” compatto risponde immediatamente e si lancia all’inseguimento. Purtroppo nessuno di noi conosce il percorso, ci siamo documentati studiando le carte, la strada sterrata immersa nel bosco è molto ripida e in poche centinaia di metri ci porta subito in quota, praticamente con quasi 200 m di dislivello eravamo già al Rifugio Brandet (1287 m) mettendo a dura prova gambe e fiato. Dopo questo strappo del percorso decidiamo di proseguire con più calma, è meglio. L’itinerario si snoda con poca pendenza, a volte pianeggiante, tra belle baite, abetaie, rocce, prati, vette, offrendo un bel panorama naturale. Raggiungiamo in fondovalle la Malga Casazza (1474 m), è l’ora della “sosta”, è tutto chiuso, c’è tanta neve, neanche un posto per fare un pic-nic, sic! Troviamo la soluzione, una stalla vuota, piuttosto pulita e appena un lieve profumo “nature”, con spirito di adattamento diventa il luogo dove mangiare e bere. L’allegria non manca mai e ci sembra di stare in un “ristorante tipico” quattro stelle…o quasi, possiamo dire che il Gruppo Quater Pas e più…ha mangiato in una stalla quattro stelle è più…che spettacolo! Il ritorno alle auto è tranquillo e senza affanno e prima di rientrare a casa decidiamo di fermarci a bere un caffè all’Aprica. Ma la giornata non è finita, ci aspetta un’altra piacevole sorpresa. Alcuni, non tutti, decidono di fare tappa a Morbegno nell’Antica Drogheria dei Fratelli Ciapponi, dove in antiche cantine invecchiano i grandi vini valtellinesi e riposa il formaggio Bitto della Valtellina. Entriamo e già lo sguardo e i profumi ci portano indietro nel tempo, un negozio antico dove puoi trovare di tutto, i migliori prodotti della Valtellina e non solo. Accompagnati da un simpatico proprietario che con passione ci racconta i segreti di questi meravigliosi prodotti e ci spostiamo nel retrobottega. Si scende dagli scalini che portano a tre piani sotto dove altrettante cantine sono riempite da nobili vini che invecchiano. Risaliamo e ci fermiamo a degustare il bitto e il formaggio fresco di capra, scendiamo da altri scalini e andiamo a vedere dove riposa e invecchia, anche fino a dieci anni, scalini e una cantina piena di forme di formaggio, scalini e un’altra cantina e altro formaggio, ancora scalini e giù una terza cantina di… indovina? ascoltando i vari processi e aneddoti storici raccontati dal nostro accompagnatore… Un negozio d’altri tempi da visitare. Stop, giornata piena: ciaspolata, pranzo alla “stalla quattro stelle e più”, visita a un antico negozio e degustazione di prodotti tipici, il Gruppo Quater Pas e più…inizia a ciaspolare e finisce sempre a mangiare! Hanno partecipato: Adelio, Alessandra, Bigio, Carlo, Cornelio, Ettore, Gianluigi, Gianni, Giovanni, Luciano, Luciano, Luciano, Marinella, Patrizia, Sandro, Sergio, Valeria. Continua…
Immagine1:
Descrizione immagine: baite prima del rifugio Brandet
Immagine2:
Descrizione immagine: cartello Valli S. Antonio
Immagine3:
Descrizione immagine: fondovalle con Malga Casazza
URL fotoalbum esterno: